//Lasagnam è sempre più vegetariano: arriva in menù il carciofo alla Romana

Lasagnam è sempre più vegetariano: arriva in menù il carciofo alla Romana

Un nuovo contorno vegetariano si aggiunge all’offerta di Lasagnam: il carciofo alla romana.
Il carciofo, l’unica verdura ha possedere un cuore, ha un sapore nitido, inconfondibile che lo rende protagonista di molti piatti, bandiera della cucina nazionale: dal carciofo alla Giudia, al carpaccio di carciofi crudi, fino alla frittata ed il risotto.
Sicuramente una delle sue versioni più amate è “alla romana”, stufato intero con aglio, olio e mentuccia nel tegame. E noi così lo proponiamo, seguendo pedissequamente la ricetta della nonna: puliamo il carciofo dalle foglie esterne dure e fibrose e dalla barba interna. Lo lasciamo cuocere intero nel tegame a fiamma bassa con abbondante olio, aglio, mentuccia e acqua finchè non diventa morbido: deve tagliarsi con la forchetta, senza l’ausilio del coltello.

Si tratta di un contorno corposo e aromatico, capace di sostenere il gusto importante delle nostre lasagne. Si abbina alla perfezione con le Romane, dalla carbonara alla cacio e pepe con carciofi. E ancora è un’ottima alternativa all’insalata per chi sta attento alla linea. Con una fetta di pane bruscato o un pollo alla wok, il carciofo alla romana di Lasagnam costituirà un pranzo d’ufficio salutare e leggero.
Correte a provarlo perchè è in edizione limitata dal 21 al 30 Novembre, al prezzo speciale di 7,90€  e ricordate che il 21, il 22 ed il 30 Novembre, se siete Vip, potrete acquistarlo ad un prezzo scontato del 20%.

By |2017-11-20T14:40:15+00:0020 novembre 2017|Categories: Eventi|Tags: , , , , , , , , |0 Comments

About the Author:

Classe 1999. Studentessa del Liceo Classico Virgilio di Roma, mi scopro gourmet all'età di dodici anni dopo una cena illuminante a una delle tavole più stellate della scena capitolina. Da lì in poi è tutto in viaggio senza sosta a caccia di nuovi sapori e combinazioni che racconto, giorno per giorno, sulla pagina Instagram, aperta da appena un anno, Hedyphageticae.

Leave A Comment