/, Salato/La Napoletana

La Napoletana

 

 

Ogni Carnevale tutte le più autentiche casalinghe campane, con cucchiarella e mattarello alla mano, si adoperano, giorno e notte, per preparare un classico intramontabile piatto delle feste: la lasagna alla napoletana.

E’ un piatto laborioso, che prevede giorni di preparazione. Ci si deve occupare della sfoglia all’uovo, della besciamella, della salsa, delle braciole e delle polpettine. Solo le più genuine nonne campane osano cimentarsi in una pietanza tanto complessa quanto gustosa. Nessun ristorante oramai, né a Napoli né nei dintorni, la ha più in menù. Si tratta di un piatto casalingo che rinasce solo nel periodo di Carnevale fra un lancio di coriandoli e un passo di danza, sempre e solo all’interno delle mure domestiche.

Essendo uno dei proprietari un Napoletano doc, non abbiamo potuto fare a meno di inserirla nel menù. In un primo momento abbiamo limitato la sua presenza al periodo compreso fra martedì e giovedì grasso, ma ora, per via dello straordinario successo riscosso, l’abbiamo inclusa nella lista delle lasagne stagionali.

Con tutto il rispetto per la lasagna alla Bolognese, penso sia doveroso attribuire il titolo di Regina delle Lasagne a questa versione partenopea per via della pluralità di consistenze e sapori che ingloba nel condimento, rendendolo appagante e molto avvolgente. Si passa dalla croccantezza delle polpettine fritte, al morbido e setoso della crema di ricotta; dalla grassa e tenace al morso braciola di maiale alla fresca, dolce-acidula salsa di pomodoro.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

per la sfoglia:

  • 300 gr farina 00
  • 3 uova medie

per il sugo:

  • 150 gr cipolle dorate
  • 2 costine di maiale (200 gr)
  • 2 salsicce (200 gr)
  • 200 gr bocconcini di manzo
  • 800 gr pomodori pelati
  • 40 ml vino rosso
  • 30 gr olio evo
  • sale q.b.

per 40 polpettine da 10 grammi ciascuna:

http://lasagnam.it/blog/2017/04/28/un-venerdi-polpettoso/

inoltre:

  • 200 gr ricotta di pecora
  • parmigiano reggiano q.b.
  • 4 uova sode (8/10 minuti di cottura da quando l’acqua bolle)

PROCEDIMENTO:

  1. Per la sfoglia: impastate gli ingredienti a mano o con la planetaria fino ad ottenere un risultato liscio e omogeneo. Raccogliete la pasta in un palla, avvolgetela con la pellicola trasparente da cucina e fatela riposare per almeno 1 ora in un luogo fresco, coperta con un canovaccio.
  2. Stendete la sfoglia a mano o con la macchina ad uno spessore di circa 2-3 mm. Ricavatene dei rettangoli di dimensioni appena inferiori a quelli della teglia. Cuoceteli in abbondante acqua salata.
  3. Per la salsa: rosolate la cipolla a cubetti in un tegame dal fondo spesso con l’olio. Unite le tre carni e rosolate per bene dappertutto. Sfumate con il vino rosso e lasciate evaporare. Coprite con i pomodori pelati e salate. Lasciate sobbollire, coperto,per almeno tre ore aggiungendo, se necessario, qualche mestolo d’acqua.
  4. Una volta che il sugo è pronto estraete la carne e sfilacciatela. Tenetela da parte.
  5. Per le polpettine: http://lasagnam.it/blog/2017/04/28/un-venerdi-polpettoso/
  6. Componete la vostra lasagna: disponete alla base della teglia uno strato di ricotta. Coprite con la sfoglia, versate un mestolo di salsa, fate dei tocchi di ricotta,  spargete qua e là le varie carni sfilacciate, le polpettine fritte e le uova sode tagliate in 6. Spolverate con il parmigiano . Ripetete il procedimento per altre tre volte. Dovete fare quattro strati.
  7. Preriscaldate il forno a 200 gradi. Cuocete la lasagna, a seconda delle dimensioni della teglia, da un minimo di 15 minuti a un massimo di 30 minuti, finchè non si forma una bella crosticina dorata. Lasciatela riposare qualche minuto prima di servirla.

 

 

DUE CONSIGLI PER VOI:

  1. L’equilibrio fra gli ingredienti è cruciale in questa ricetta. Nulla deve sovrastare nulla, sia per sapore, sia per dimensione.
  2. Potete organizzarvi in largo anticipo preparando e congelando le polpette qualche giorno prima così come per la pasta e la besciamella.

 

By | 2017-06-09T14:44:55+00:00 9 giugno 2017|Categories: Ricette, Salato|Tags: , , , , , , , , |0 Comments

About the Author:

Classe 1999. Studentessa del Liceo Classico Virgilio di Roma, mi scopro gourmet all'età di dodici anni dopo una cena illuminante a una delle tavole più stellate della scena capitolina. Da lì in poi è tutto in viaggio senza sosta a caccia di nuovi sapori e combinazioni che racconto, giorno per giorno, sulla pagina Instagram, aperta da appena un anno, Hedyphageticae.

Leave A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. +Info

Utilizzo dei Cookie

Il sito di LasaGnaM utilizza cookies per fornire una migliore fruizione dei servizi e una semplice esperienza di navigazione.

I seguenti dati sono raccolti per svolgere il sovraesposto scopo:
Contact Form - nome/email - utilizzo del servizio
Google Analytics - dati generici di traffico sul sito in forma anonima

Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Privacy Policy: EU Cookie - ePrivacy Directive

Chiudi