/, Salato/Un venerdì…polpettoso

Un venerdì…polpettoso

“Non crediate che io abbia la pretensione d’insegnarvi a fare le polpette. Questo è un piatto che tutti lo sanno fare cominciando dal ciuco, il quale fu il primo a darne il modello al genere umano”. Così nel 1891 Pellegrino Artusi, autore del celebre manuale “La scienza in cucina e l’Arte del mangiar bene” apriva il capitolo dedicato alle polpette.

E’ vero, le polpette fanno parte dell’abc della cucina, ma in realtà, dentro quelle piccole e geometriche sfere golose di sapore, si cela un vasto universo di succulenti possibilità a base di svariati ingredienti, abbinamenti, cotture e forme.

Ognuno segue la ricetta della propria nonna o della propria mamma. Il borbottio del sugo al risveglio nelle mattine di infanzia e le mani della nonna intente a impastare tutti gli ingredienti per formare quelle sfere così piccole da poter esser mangiate in un boccone, sono ricordi indelebili che è dovere tramandare ai figli.

Nel nostro ristorante cerchiamo, con gesti semplici ma efficaci, di riportarvi indietro nel tempo riproponendo le antiche ricette delle nonne napoletane.

Le polpette al sugo di nonna Rita sono morbide e sugose…una vera gioia per il palato. Mentre per i più golosi, o desiderosi di uno sfizio, proponiamo delle piccole polpette fritte e accompagnate da altri stuzzichini.

Immaginate di essere a casa sul divano davanti alla televisione mangiando una ciotola di queste delizie…buon appetito!

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE :

  • 500 gr macinato di manzo
  • 50 gr pane casereccio
  • 50 ml latte
  • 1 uovo medio
  • 25 gr parmigiano reggiano
  • rosmarino q.b
  • sale q.b

PROCEDIMENTO:

  1. Affettate il pane raffermo, rimuovete la crosta e tagliate la mollica a cubetti. Ammollatela nel latte per 15 minuti circa.
  2. In una ciotola capiente unite la carne macinata, il pane precedentemente strizzato, l’uovo, il formaggio, il rosmarino e il sale. Impastate con le mani fino ad ottenere un composto compatto. Lasciate riposare in frigo per 30 minuti coperto con pellicola.
  3. Con le mani umide formate delle polpette tutte delle stesse dimensioni. A noi piace fare quelle al sugo leggermente più grandi di quelle fritte ( 90 grammi le prime, 45 grammi le seconde)…a voi la scelta!
  4. A questo punto potete decidere o di friggerle in olio a 150-160 gradi per quattro minuti fino ad ottenere una bella doratura oppure, dopo averle fritte per un paio minuti, di cuocerle nella salsa di pomodoro per circa 30 minuti.

DUE CONSIGLI PER VOI:

  1. Congelate in freezer le polpette da crude in un contenitore ermetico. Ovviamente nel momento in cui le cuocerete dovrete allungare i tempi di frittura.
  2. Personalizzate l’impasto variando o il tipo di carne ( pollo, maiale, tacchino), o il formaggio o le erbe aromatiche, a seconda dei vostri gusti. Potete servirle asciutte, in brodo o con una salsa particolare dal gusto esotico (chutney di mango), orientale (teriyaki) o semplicemente con la salsa barbecue.i
  3.  Congelate in freezer le polpette da crude in un contenitore ermetico. Ovviamente nel momento in cui le cuocerete dovrete allungare i tempi di frittura
  4. Personalizzate l’impasto variando o il tipo di carne ( pollo, maiale, tacchino), o il formaggio o le erbe aromatiche, a seconda dei vostri gusti. Potete servirle asciutte, in brodo o con una salsa particolare dal gusto esotico (chutney di mango), orientale (teriyaki) o semplicemente con la salsa barbecue.

 

By | 2017-04-28T14:50:22+00:00 28 aprile 2017|Categories: Ricette, Salato|Tags: , , , , |1 Comment

About the Author:

Classe 1999. Studentessa del Liceo Classico Virgilio di Roma, mi scopro gourmet all’età di dodici anni dopo una cena illuminante a una delle tavole più stellate della scena capitolina. Da lì in poi è tutto in viaggio senza sosta a caccia di nuovi sapori e combinazioni che racconto, giorno per giorno, sulla pagina Instagram, aperta da appena un anno, Hedyphageticae.

Leave A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. +Info

Utilizzo dei Cookie

Il sito di LasaGnaM utilizza cookies per fornire una migliore fruizione dei servizi e una semplice esperienza di navigazione.

I seguenti dati sono raccolti per svolgere il sovraesposto scopo:
Contact Form - nome/email - utilizzo del servizio
Google Analytics - dati generici di traffico sul sito in forma anonima

Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Privacy Policy: EU Cookie - ePrivacy Directive

Chiudi